SAN PIETRO (QUARTIERE)

quartiere San Pietro
Mappa di base tratta dal sito ufficiale del Comune di Forlì: www.comune.forli.fc.it. Elaborazione grafica Forlipedia.

All’origine del nome del nostro quartiere troviamo l’antica chiesa di San Pietro in Scotto che si trovava tra le attuali vie Biondini, Giove Tonante e Pedriali (già via Del Sole). La chiesa (ospedale e ospizio) ha origini antiche e le notizie che la riguardano sono veramente poche. Sul Libro Biscia di San Mercuriale, in un atto dell’otto aprile 894 con cui l’arcivescovo di Ravenna effettua una donazione di tre fondi a favore dell’abate di San Mercuriale di Forlì, è citato sancti Petri in Scoti.
Agiotoponimo che ricorda quindi Pietro, capo dei 12 apostoli: il primo scelto da Gesù. Festeggiato dalla Chiesa il 29 giugno assieme a San Paolo. Molto frequente in Romagna. Dalle nostre parti ricordiamo San Pietro in Quinto, in Arco, in Trento… Sigismondo Marchesi nel 1600 ipotizza addirittura un passaggio del santo nelle terre forlivesi: (…) Anzi ragioneuolmente mi persuado – scrive appunto il Marchesi – sia stata honorata dalla presenza dell’istesso S. Pietro… passato per Rauenna, per condur seco insieme con altri compagni l’amato Discepolo Apollinare, non è fuori di proposito credere, che l’opportunità del passaggio mouesse il zelo apostolico di S. Pietro a visitare personalmente li nouelli Christiani, anche in Forlì, per confortarli, che in absenza d’Apollinare non temessero l’insidie dell’Infernale Nemico…

San Pietro quindi, ma perché in Scotto? Sembra che in quella località – azzarda la rivista d’inizio ‘900 La Madonna del Fuoco, che troviamo raccolta presso la Biblioteca civica – scottasse molto il sole, dato che è antichissima anche la denominazione di via Del Sole. A bordo pagina, quella pagina su cui abbiamo letto tale affermazione, troviamo scritto a matita un significativo sic! (tracciato chissà da chi) che lascia trasparire una chiara postuma disapprovazione. Pur concordando con chi ha voluto condannare l’improbabile interpretazione, vogliamo però essere un poco indulgenti. I motivi sono due: sappiamo che in toponomastica può accadere di tutto e non conosciamo la vera ragione per cui la via si chiamasse Del Sole. Per di più, come ci informano i vecchi registri, la strada era abituata a possedere toponimi originali. Prima di essere Del Sole fu infatti via Ripa Verde e via Dei Dindolini.

Ma l’ipotesi che prediligiamo è sicuramente quella che Tagliaferri e Gurioli (Il Libro Biscia di San Mercuriale di Forlì) condividono con Calandrini e Fusconi (Forlì e i suoi Vescovi, volume 1) e cioè che S. Petri in Scotti eccl., presumibilmente era un insediamento religioso di estrazione anglosassone e con attrezzature ospitaliere per i pellegrini d’oltralpe (scozzesi nda) che nei loro itinerari sacri incontravano Forlì.

Luigi Paraboschi su I Cognomi della Emilia Romagna spiega così l’origine dei cognomi Scotti, Scotto, Scoto, Scuotti, Mariscotti: Si tratta della cognominizzazione del determinativo etnico scoto equivalente ad “abitante della, proveniente dalla Scozia o dall’Irlanda.

Un ragionamento analogo, ma indirizzato a pellegrini di altri paesi, può essere effettuato per una delle ipotesi che provano a spiegare l’origine del toponimo Schiavonia.

Voci correlate al quartiere San Pietro:

Tre Mori (via)

Piazza Vittorio Emanuele (Piazza Saffi)

Contrada Grande

Forlipedia utilizza cookie per garantire un corretto funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie. I cookie che utiliziamo sono di tipo tecnico: sono pertanto utilizzati col fine di consentire il corretto funzionamento del sito e non per effettuare operazioni pubblicitarie o di profilazione. Potrebbero essere presenti cookie (anche di profilazione) di terze parti, la cui dichiarazione al garante viene effettuata dalla terza parte stessa. Alcuni link potrebbero indirizzare a siti esterni la cui Cookie Policy è differente da quella di Forlipedia. Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser.

Chiudi