GIUSEPPE MONTI

Giuseppe Monti, il forlivese maestro della ginnastica italiana.

Giuseppe Monti nato a Forlì nel 1861, ivi morto nel 1938, fu un grande maestro della ginnastica italiana. Laureato in medicina e chirurgia, per oltre sessant’anni svolse un imponente lavoro di propaganda e diffusione a favore dello sport e dell’attività fisica. La sua città natale gli ha dedicato un’importante area sportiva che oggi però ha “dimenticato” il suo nome: si tratta del campo sportivo che si trova dietro la Gil di viale Della Libertà. Il suo nome è, appunto: Stadio Giuseppe Monti. Fino a qualche anno fa una targa metallica posizionata all’ingresso di Borghetto Accademia ne ricordava l’intitolazione, poi è stata rimossa.

Nel 1886 Giuseppe Monti si laureò a Bologna a pieni voti discutendo una tesi su nuovi metodi di ginnastica attiva. Si iscrisse alla Scuola normale di Ginnastica di Roma e ottenne dal Ministero della Pubblica Istruzione il diploma di abilitazione. A Bologna fu grande sostenitore della ginnastica scolastica ed extra scolastica insegnando, tra l’altro, ai ragazzi poveri degli Istituti e ai Pompieri. Si perfezionò a Milano nella ginnastica medica ortopedica e dal 1896 diresse la terapia fisica dell’Istituto Rizzoli di Bologna. Divenne direttore della Regia Scuola Normale Femminile di educazione fisica di Torino e, raccontano i giornali dell’epoca, tanto era la sua fama che i duchi d’Aosta gli affidano la preparazione dei loro figli.

La tabella che in via Borghetto Accademia indicava l’ingresso allo “Stadio Giuseppe Monti”.
L’accesso all’area sportiva dov’era infissa l’iscrizione metallica “Stadio Giuseppe Monti”. Foto Forlipedia, 2021.
Giuseppe Monti. “Principali Norme Igieniche e Pratiche Riguardanti L’Allenamento Ginnastico”. Una copia della pubblicazione è conservata nel fondo Attilio Monti della biblioteca Aurelio Saffi di Forlì.

Scrisse articoli di giornali e numerose pubblicazioni tra cui testi di patologia generale, ginnastica e giochi, partecipando alla relazione del congresso internazionale di educazione fisica indetto dalla Facoltà di Medicina di Parigi. Contribuì inoltre allo studio della scoliosi lombare.

Nel 1911 diresse il concorso ginnastico internazionale di Torino e dal 1913 al 1924 pubblicò otto edizioni del Sommario di educazione fisica. La sua fama si ampliò. Il Popolo di Romagna racconta che nel 1922, con 400 allieve del Magistero a Roma, vinse il campionato mondiale dei giochi universitari di Ginnastica. Proprio dall’Istituto di Magistero promosse il cerchio come attrezzo ginnico.

Nel 1928 l’istituzione della ginnastica scolastica passò alle dipendenze dell’Opera Nazionale Balilla e il presidente Renato Ricci chiamò a Roma il maestro Giuseppe Monti nel ruolo di vice direttore e insegnante all’Accademia maschile della Farnesina. Ma le conseguenze di un incidente ferroviario obbligano il Monti a lasciare la Capitale per ritirarsi nella sua città natale. A Forlì insegnò al Dopolavoro e tenne corsi privati di ginnastica medica. Morì a 77 anni in ristrettezze economiche nella sua casa del quartiere Romiti.

Lo Stadio Giuseppe Monti di Forlì, campo di gioco della società Rugby Forlì 1979.

Forlipedia utilizza cookie per garantire un corretto funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie. I cookie che utiliziamo sono di tipo tecnico: sono pertanto utilizzati col fine di consentire il corretto funzionamento del sito e non per effettuare operazioni pubblicitarie o di profilazione. Potrebbero essere presenti cookie (anche di profilazione) di terze parti, la cui dichiarazione al garante viene effettuata dalla terza parte stessa. Alcuni link potrebbero indirizzare a siti esterni la cui Cookie Policy è differente da quella di Forlipedia. Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser.

Chiudi