I FORLIVESI E LA BONIFICA DELLA PIANA DI SANT’EUFEMIA

A partire dai primi del ‘900, la grande pianura alluvionale di Sant’Eufemia in Calabria fu sottoposta ad un’imponente bonifica. Per lo scopo furono istituiti alcuni consorzi e società di bonifica che intervennero nella realizzazione delle grandi opere. Per ovvi motivi economici il regime fascista spinse la realizzazione della grande colmata e promosse l’impiego di mano d’opera proveniente dal nord. Alcune famiglie di Forlì accolsero l’invito e lasciarono la Romagna per cercare lavoro e sostentamento nella cosiddetta “Bonifica integrale”.

Ma la migrazione delle famiglie del settentrione non incontrò sempre l’approvazione dei lavoratori e dei proprietari locali. Per questo e per la durezza del lavoro, gli immigrati non ebbero vita facile. L’immagine a corredo di queste righe è una cartolina postale sulla quale non risulta leggibile la data di spedizione. La bonifica di Sant’Eufemia si chiuse con l’avvento degli anni ’30.

Marino Mambelli

Forlipedia utilizza cookie per garantire un corretto funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie. I cookie che utiliziamo sono di tipo tecnico: sono pertanto utilizzati col fine di consentire il corretto funzionamento del sito e non per effettuare operazioni pubblicitarie o di profilazione. Potrebbero essere presenti cookie (anche di profilazione) di terze parti, la cui dichiarazione al garante viene effettuata dalla terza parte stessa. Alcuni link potrebbero indirizzare a siti esterni la cui Cookie Policy è differente da quella di Forlipedia. Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser.

Chiudi