IL PALAZZO DEL PODESTA’

Nella zona ovest di piazza Aurelio Saffi, in un’area chiamata Rialto, c’è un bellissimo palazzo la cui storia parla di una Forlì complessa e colta. E’ il palazzo del Podestà, costruito dallo zio di Melozzo degli Ambrogi nella seconda metà del Quattrocento e restaurato nella prima metà del Novecento. L’operazione di recupero fu realizzata con … Leggi tuttoIL PALAZZO DEL PODESTA’

PAPA NICOLO’ I

Alcuni rappresentanti di Romagna, compresi i notabili di Forlì, si recarono a Roma per scongiurare il Papa Nicolò I affinché intervenisse per interrompere le vessazioni e gli abusi che l’arcivescovo Giovanni di Ravenna attuava sui cittadini e sulle istituzioni papali su tutto il territorio romagnolo. Gli avvertimenti a distanza e la scomunica inflitta all’arcivescovo non furono … Leggi tuttoPAPA NICOLO’ I

“SGOND DOV CH’LA CHЀSCA” (SECONDO DOVE CADE)

Sgond dov ch’la chèsca: secondo dove cade. Il significato di questo bellissimo detto forlivese è facilmente traducibile: vediamo se mi conviene. Il fatto. L’azdòra che stava tirando la sfoglia par fê’ l’amnëstra si rivolse all’amico presente invitandolo al pranzo di famiglia. Quest’ultimo alzò la testa e, apprestandosi a rispondere, vide che dal naso della massaia … Leggi tutto“SGOND DOV CH’LA CHЀSCA” (SECONDO DOVE CADE)

“UN’ORA AD BÔ TEMP E SUGA LA STRÊ” (UN’ORA DI BUON TEMPO ASCIUGA LA STRADA)

Un’ora ad bô temp e suga la strê: un’ora di buon tempo asciuga la strada. Un detto della tradizione forlivese carico di speranza, positività e saggezza. A volte basta un solo evento positivo per rimetterci in carreggiata. Uno squarcio di luce dove prima era buio ci restituisce la fiducia. Un buon affare può rimediare a … Leggi tutto“UN’ORA AD BÔ TEMP E SUGA LA STRÊ” (UN’ORA DI BUON TEMPO ASCIUGA LA STRADA)

“I VEND LA TORRA” (VENDONO LA TORRE)

I vend la Torra, ovvero vendono la torre, è un simpatico detto in uso a Forlì nella prima metà del Novecento. Il suo significato è rivelatore di scarsa disponibilità economica assieme a un’evidente leggerezza nella pratica pubblica. L’Amministrazione comunale, in grave difficoltà economica, per risolvere il problema non trova altro rimedio che vendere l’invendibile: la … Leggi tutto“I VEND LA TORRA” (VENDONO LA TORRE)

SAN VARANO (LIBRO)

  Giuseppina Fabbri e Gabriele Zelli, foto attuali di Fabio Blaco. San Varano. L’Almanacco editore. Forlì, 2020. Il gioco del Marafone è nato a San Varano. A celebrarlo una lapide in ceramica che campeggia sul muro della sede della filiale della Banca Bcc. Una delle tante, e inaspettate, curiosità contenute nel volume San Varano, dedicato … Leggi tuttoSAN VARANO (LIBRO)

BOIFAFA E FELLINI: AMARCORD IL MONUMENTO AI CADUTI DI RIMINI

Federico Fellini e la città di Forlì: un incrocio mai avvenuto. Eppure… Proprio in Amarcord una delle scene epiche raccontate dalla voce fuoricampo di Titta fu ispirata dall’opera d’arte di un “Forlivese”. Si tratta del monumento ai Caduti di Rimini realizzato da Bernardino Boifava e inaugurato da Vittorio Emanuele III nel 1926. Furono le conturbanti … Leggi tuttoBOIFAFA E FELLINI: AMARCORD IL MONUMENTO AI CADUTI DI RIMINI

LA STATUA DI FORLI’ AL FORO ITALICO

C’è una statua nello Stadio dei Marmi del Foro Italico (già Foro Mussolini), che rappresenta Forlì. E’ il Giocatore di pallone a bracciale (il pilibulus) che la Provincia offrì per la realizzazione del sontuoso progetto di Enrico Del Debbio, il grande architetto del regime che operò anche a Forlì per Onb (Opera Nazionale Balilla). Tutte … Leggi tuttoLA STATUA DI FORLI’ AL FORO ITALICO

BERNARDINO BOIFAVA

Bernardino Desiderio Boifava nacque a Ghedi, in provincia di Brescia, il 23 maggio 1888 da Francesco e Domenica Poffa. Straordinario scultore e personaggio schivo, fece di Forlì la seconda Patria. Qui morì nel 1953. I Forlivesi incrociano ogni giorno una delle sue opere più importanti: si tratta dei quattro altorilievi che l’artista scolpì per il … Leggi tuttoBERNARDINO BOIFAVA

IL PALAZZO DELLA MISSIONE

Il 30 settembre 1713 in piazza San Pellegrino, oggi piazza Morgagni, ebbe inizio, a spese del cardinale Fabrizio Paulucci di Forlì, la costruzione di un maestoso palazzo. L’edificio fu donato ai Padri della Missione che subito lo abitarono. La Congregazione della Missione fu fondata a Parigi nel 1625 da Vincenzo De Paoli per la predicazione … Leggi tuttoIL PALAZZO DELLA MISSIONE

Forlipedia utilizza cookie per garantire un corretto funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie. I cookie che utiliziamo sono di tipo tecnico: sono pertanto utilizzati col fine di consentire il corretto funzionamento del sito e non per effettuare operazioni pubblicitarie o di profilazione. Potrebbero essere presenti cookie (anche di profilazione) di terze parti, la cui dichiarazione al garante viene effettuata dalla terza parte stessa. Alcuni link potrebbero indirizzare a siti esterni la cui Cookie Policy è differente da quella di Forlipedia. Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser.

Chiudi