CIOLA (QUARTIERE)

Divisione dei quartieri valida fino al 30/09/2015. Mappa di base tratta dal sito ufficiale del Comune di Forlì: www.comune.forli.fc.it. Elaborazione grafica Forlipedia.
Divisione dei quartieri valida fino al 30/06/2021. Mappa tratta dal sito ufficiale del Comune di Forlì: www.comune.forli.fc.it.

Toponimo molto diffusoscrive Antonio Polloni dal latino classico “cella”, all’italiano “piccola camera”. Nel suo sviluppo storico non sempre cella ebbe ed ha significato solo religioso: un’iscrizione cristiana parla ancora di “cella binaria”(cantina vinaria). In pieno Medio Evo cella significò “piccola azienda agricola” dipendente dalla Badia o grangia, lavorata dai cellulari. Le forme popolarmente derivate sono numerose: dal latino cella si fece cellula, cellola, celola, celula ciula e ciola, zola, zula, con passaggi non sempre chiari e legittimi.

Anche Giovan Battista Pellegrini su “Toponomastica Italiana” parla di Cella come di un toponimo frequente e indica: Cella (CR) forse oratorio, Cellatica (BS) deposito di alimenti, Cella (VT) cavità naturale o artificiale adibita a dispensa, Cella (CZ) di eremita… Fa invece derivare dallo sloveno celina, terra incolta, il nome della scomparsa villa Celle.

Forlipedia utilizza cookie per garantire un corretto funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie. I cookie che utiliziamo sono di tipo tecnico: sono pertanto utilizzati col fine di consentire il corretto funzionamento del sito e non per effettuare operazioni pubblicitarie o di profilazione. Potrebbero essere presenti cookie (anche di profilazione) di terze parti, la cui dichiarazione al garante viene effettuata dalla terza parte stessa. Alcuni link potrebbero indirizzare a siti esterni la cui Cookie Policy è differente da quella di Forlipedia. Puoi disabilitare i cookie dalle impostazioni del tuo browser.

Chiudi